FATTURAZIONE ELETTRONICA TRA PRIVATI

Comunicazione ai Fornitori

A decorrere dal 1° gennaio 2019 le fatture emesse, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti in Italia, potranno essere solo fatture elettroniche.
L’obbligo, introdotto con la Legge di Bilancio 2018, riguarda:

  • Le prestazioni di servizi o cessioni di beni effettuate tra due soggetti passivi iva (B2B – Business to business);
  • Le prestazioni di servizi o cessioni di beni effettuate da un soggetto passivo iva verso un consumatore finale (B2C – Business to consumer).

Sono esonerati dall’obbligo di emissione della fattura elettronica solo i soggetti passivi che aderiscono al regime iva di vantaggio (art. 27, commi 1 e 2, DL 98/2011), forfettario (art. 1, commi da 54 a 89, L. 190/2014 e successive modifiche) e i piccoli produttori agricoli (art. 34 D.p.r. 633/72).
Le fatture devono essere predisposte in formato xml e devono essere trasmesse unicamente attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) secondo le regole tecniche fissate dai provvedimenti dell’Agenzia delle entrate.
Se la fattura viene inviata o consegnata al cliente in formato diverso da quello richiesto, tale documento si considera non emesso, con conseguenti sanzioni per i fornitori e impossibilità di detrazione dell’iva e deduzione del costo per i clienti.

In ottemperanza a tale obbligo e ai fini del regolare recapito delle fatture elettroniche, vi comunichiamo, per l’invio delle Vostre fatture, il nostro “Codice Destinatario” (codice alfanumerico a 7 cifre):

UNOGAS ENERGIA SPA: DRLMKW7

Per eventuali ulteriori informazioni Vi invitiamo a contattare l’assistenza clienti al numero 800 089 952.